Studio GM Risarcimenti

PROFFESSIONISTI AL SERVIZIO DEI TUOI DIRITTI


Pagamento e durata Indennità Infortunio Sul Lavoro

Per comprendere quali incidenti rientrano nella nozione di infortunio sul lavoro, quali in quella di infortunio in itinere e cosa fare in caso di infortunio sul lavoro, chiariamo alcune domande frequenti che spesso i nostri assistiti ci rivolgono:


  • chi paga l’infortunio sul lavoro ?
  • per quanto tempo si ha diritto all’indennità ?
  • chi paga le spese mediche in caso di infortunio sul lavoro? 

Chi paga l’infortunio sul lavoro


L’infortunio sul lavoro viene indennizzato sia dal datore di lavoro che dall’Inail:


  • il giorno stesso dell’incidente viene inteso come giornata di lavoro a tutti gli effetti, e dunque retribuito al 100%, indipendentemente dall’orario in cui è accaduto l’incidente;
  • i primi 3 giorni di infortunio, chiamati periodo di carenza, sono a carico del datore di lavoro.

Successivamente, dal 4° giorno in poi, per l’intero periodo di assenza del lavoratore subentra l’indennizzo Inail, che consiste:

  • dal 4° al 90° giorno di infortunio, in un’indennità pari al 60% della retribuzione giornaliera;
  • dal 91°giorno fino alla chiusura dell’infortunio, in un’indennità pari al 75% della retribuzione giornaliera (la retribuzione giornaliera è calcolata sulla base della retribuzione dei 15 giorni precedenti l’infortunio)

Per quanto tempo si ha diritto all’indennità?


L’infortunio sul lavoro è indennizzabile dall’INAIL senza alcun limite di durata, ovvero l’INAIL paga l’indennità per tutto il periodo di assenza dal lavoro. Il lavoratore, tuttavia, deve prestare molta attenzione alle limitazioni circa il diritto alla conservazione del posto di lavoro, stabilite dai vari CCNL di riferimento che in genere sono di 180 giorni.


Infortunio sul lavoro INAIL: chi paga le spese per visite mediche?


L’Inail paga o rimborsa tutte le spese mediche, gli esami diagnostici e le terapie riabilitative sostenute dal lavoratore durante un infortunio purché preventivamente prescritte o autorizzate dall’Inail stesso.

Fino a quando viene versata l’indennità temporanea il lavoratore, inoltre, ha diritto all’esenzione dal ticket sanitario per qualsiasi accertamento, esame o analisi prescritti sia dall’Inail che dal medico curante, purché relativi all’incidente subito.

Per i casi più gravi, nei quali al lavoratore vengano riconosciute l’inabilità permanente o il danno biologico, tale diritto viene esteso con apposita documentazione prodotta dall’Inail per tutti gli accertamenti, esami o sintomatologie legate all’incidente subìto.


Infortunio sul lavoro-visita fiscale

Non essendo l’indennità Inail per infortunio sul lavoro cumulabile con l’indennità di malattia Inps, il lavoratore che subisce un incidente sul lavoro non è soggetto al controllo mediante visite fiscali presso il proprio domicilio.

[google8b5e081ae30888f7.html]